AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

giovedì 21 aprile 2016

Helmut Newton, André Rau e Dominique Issermann tre punti di vista per una sola musa, l’attrice e modella Francesca Dellera

Francesca Dellera, bellezza del mondo della fotografia e del cinema nazionale ed internazionale ha affascinato i più grandi maestri: da Helmut Newton, le cui foto memorabili sono apparse su riviste prestigiose come Vogue, Harper's Bazaar, Elle, GQ, Vanity Fair, Max e Marie Claire; a André Rau che oltre alla bellissima Francesca Dellera è famoso per i ritratti di Catherine Deneuve o Penelope Cruz o le campagne pubblicitarie per Dior o Yves Saint Laurent; per finire con Dominique Isserman, che con il suo raffinato bianconero, ha contribuito ad aumentare il fascino di Francesca Dellera.

Francesca Dellera - EllePhoto - Francesca DelleraFrancesca DelleraCinema - Francesca Dellera

Con il suo sguardo profondo ed intrigante e le sue forme sensuali Francesca Dellera, fin dall'inizio della sua carriera, ha incantato tutti i più rinomati fotografi internazionali, Helmut Newton, André Rau e Dominique Issermann sono solo tre dei tanti fotografi che hanno voluto ritrarla, come testimoniano le tante copertine di riviste prestigiose a lei dedicate che potete trovare nella sezione download del sito www.francescadellera.com

.Francesca DelleraFrancesca DelleraChorus - Francesca Dellera

Con il candore della sua pelle, Francesca Dellera è sempre stata la modella preferita per i servizi di moda o per i ritratti, tanto che anche il grande schermo se ne accorse rendendola famosa come "la pelle più bella del cinema italiano" come la definì il regista Marco Ferreri.