AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

sabato 23 luglio 2016

Come arredare una casa di montagna?

Credo che una delle cose che danno più soddisfazioni sia quella di arredare una casa di montagna. Il legno, i colori caldi, le stoffe con motivi alpini danno subito un’idea di accoglienza e calore.
Anche in questo caso – come per le case di città – è meglio iniziare stabilendo un colore base che verrà ripreso nei vari locali. Di solito il rosso - quadrettato e non -  è quello più usato, ma sono molto belli anche i marroni, i gialli ocra, i verdi scuri e i bordeaux.
Stabilito il colore che più ci piace, partiremo alla ricerca di stoffe per fare le tende e i divani : quindi righe o quadratini o fiori, ma l’importante è non fare tutto l’arredamento con la stessa stoffa. Mi spiego: se faremo le tende del salotto a fiori, il divano sarà a righe e i piccoli cuscini uno a fiori come le tende e l’altro a righe come il divano, oppure a tinta unita. L’importante infatti non è il disegno, ma il colore che deve essere tutto simile, anche se in varie sfumature.
Anche i tappeti, in montagna, dovranno preferibilmente essere di pelle di mucca o di pecora in modo da non contrastare con il resto dell’arredamento. La moquette non si usa più, quindi se non vogliamo mettere tappeti meglio optare per un bel pavimento di cotto o di assi di legno chiaro.
I letti a baldacchino danno immediatamente una sensazione di “rifugio” soprattutto se hanno il rivestimento a fiori, ma si possono anche mettere  letti “normali” purché con la testata in ferro battuto. Le testate imbottite fanno solo polvere e mal si adattano allo stile di montagna.
Il caminetto, ovvio, non può mancare, ma se manca si può ovviare comprando solo la cornice e mettendola al muro con dentro dei finti ciocchi di legno; l’importante non è poterlo accendere, ma vederlo, in qualsiasi stanza vogliamo metterlo.
Un’idea carina per l’inverno è quella per esempio di comprare delle coperte di finto pelo da buttare sui divani e sui letti: fanno subito “casa” e possono restare anche in estate, perché in montagna di sera fa fresco.
Per le pareti possiamo scegliere decorazioni murali che richiamino la natura facendo sempre attenzione agli abbinamenti di colori, deve essere sempre tutto in armonia.
La cucina infine è il locale dove più possiamo sbizzarrirci: pentole di rame appese alle pareti, fiori secchi, tavolo in legno dove mangiare tutti insieme,  mestoli e attrezzi vari in bella vista, fruttiere , tendine alle finestre; e poi ovviamente tutta quella serie di oggetti che vanno dal tagliere al tostapane, dalle tazze al contaminuti dovranno essere rigorosamente tutti dello stesso colore per creare omogeneità.

Non dimentichiamoci della porta di entrata: una bella ghirlanda appesa fuori (se ne trovano di bellissime nei negozi di articoli per la casa) farà la funzione di benvenuto per chiunque.

Nessun commento:

Posta un commento