AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

venerdì 21 aprile 2017

Baby sitter: i requisiti, la retribuzione e il contratto

Quello della baby sitter è un lavoro molto richiesto, particolarmente adatto alle ragazze più giovani che hanno bisogno di guadagnare per mantenersi gli studi, ma anche alle donne più esperte con una grande passione per i bambini. Ma come si diventa una brava baby sitter e quali sono i requisiti necessari?
Con laumento del numero delle mamme che lavorano, per molte famiglie ad un certo punto diventa indispensabile un aiuto per portare i bambini a scuola, per dargli unocchiata quando mamma e papà sono a lavoro e per preparare loro da mangiare.
È proprio per questo che sempre più spesso si sceglie di rivolgersi ad una baby sitter, una figura professionale chiamata a svolgere un lavoro che apparentemente può sembrare facile, ma che in realtà richiede una grande pazienza e un occhio vigile.
Per diventare baby sitter non sono richiesti particolari titoli di studio, anche se esistono dei corsi di formazione specifici.
I requisiti indispensabili, invece, sono quelli legati alla personalità e alla professionalità, tra cui la pazienza, lamore per i bambini, la creatività, la simpatia, lorganizzazione, la capacità di prendere decisioni.
Una discreta esperienza alle spalle non sempre è necessaria, ma la maggior parte delle famiglie potrebbe richiederla.
È importante anche garantire degli orari flessibili. I genitori assumeranno più volentieri una baby sitter che possa accorrere in caso di emergenza e che sia disponibile a trattenersi con i bambini se la mamma è impegnata con una riunione in ufficio.
Naturalmente, è indispensabile mostrarsi sempre affidabili e onesti nei confronti dei datori di lavoro. Nessuno accetterebbe che la propria baby sitter portasse in casa di nascosto degli amici durante le ore di lavoro.
Il compenso varia a seconda di alcuni parametri. Una studentessa universitaria contattata solo in caso di bisogno, solitamente accetta una retribuzione ad ore. Al contrario, una baby sitter che svolge il proprio lavoro tutti i giorni, con gli stessi orari, potrà richiedere uno stipendio mensile o settimanale.
Solitamente, il prezzo medio parte dai 7 euro allora per una baby sitter priva di formazione, per salire ai 10-12 euro.
La figura professionale della baby sitter rientra nella categoria del lavoratore domestico, come colf e badanti, per cui il contratto prevede gli stessi criteri, assicurando alla lavoratrice il giorno di riposo settimanale, le ferie, la tredicesima e anche la liquidazione.

Nessun commento:

Posta un commento