AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

venerdì 29 settembre 2017

Zhang Jie: il Gruppo Hit porta in Italia la stella del “Mandopop” da 140 milioni di follower

Dopo il successo dei concerti di A Mei e Karen Mok, che hanno portato una ventata di pop asiatico nel cuore di Milano, il Gruppo Hit torna ad investire sulla promozione della cultura musicale cinese in Italia e annuncia la sua partecipazione alla tappa italiana del “Sound of my Heart”, tour mondiale di Zhang Jie, il Justin Bieber dagli occhi a mandorla”.

Un binomio, quello tra il mondo del divertimento firmato Hit e la grande musica pop orientale, che si rafforza di anno in anno: anche in questa occasione, gli ospiti più affezionati dei centri Hit Casinos potranno partecipare al concerto in tribuna VIP e accedere al backstage per incontrare di persona la popstar.

L’attesissimo evento è in programma per domenica 1° ottobre a Treviglio – 20 km da Bergamo – e si terrà al PalaFacchetti, palazzetto da oltre 3.600 posti pronto a trasformarsi per l’occasione nel tempio europeo del “Mandopop”: quella di Treviglio, infatti, sarà l’unica tappa del tour nel Vecchio Continente, affiancata solo da Londra, e richiamerà migliaia di fan provenienti oltre che da tutta Italia, anche da Francia, Danimarca, Svizzera e Germania.   

Classe ’82, Zhang Jie è considerato all’unanimità un’icona di stile ed è corteggiato dai principali brand della moda internazionale. In comune con Justin Bieber ha l’enorme seguito social: da solo vanta più di 84 milioni di follower su Weibo, il social network più famoso in Oriente, e insieme alla moglie Xie Na, attrice e conduttrice TV, raggiunge la cifra record di 140 milioni di seguaci, pronti a seguire e commentare ogni mossa della coppia. In 12 anni di carriera ha pubblicato 11 album, tutti bestseller. La critica lo definisce il “Re del Live” in virtù della sua estensione vocale e della perfetta padronanza della voce, che gli permette di interpretare magistralmente diversi stili musicali. Il repertorio alterna brani in cinese e pezzi in lingua inglese; “It’s love” è da anni in cima alle classifiche, mentre “Heart of Sword” e “Assault Fire” hanno polverizzato ogni record: pillole di felicità alternate a momenti di malinconia, in grado di trasmettere agli ascoltatori emozioni forti e regalare ai concerti un’atmosfera magica e surreale.

Suzana Pavlin, sales promotion manager del Gruppo Hit, dichiara in proposito: “siamo orgogliosi di essere tra i protagonisti di questo grande concerto e di contribuire a creare un ponte culturale tra Italia e Cina, avvicinando due mondi che hanno molti più elementi in comune di quanto si possa pensare. Oltre all’amore per la musica, ad esempio, italiani e cinesi condividono la passione per il divertimento e per il benessere, che rappresentano i punti di forza della nostra offerta nei centri Hit Casinos sloveni, comodamente raggiungibili da tutta Italia”.


Il concerto, che verrà presentato alla stampa oggi pomeriggio nell’ambito di una conferenza riservata ai media italiani e cinesi, è organizzato da HY Communication ltd, agenzia specializzata nella promozione di eventi correlati allo scambio culturale e sportivo tra Italia e Cina e per il Gruppo Hit rappresenta l’ennesimo tassello di una programmazione di eventi musicali ancora più ampia rispetto al passato. I palchi dei centri Hit Casinos Perla e Park di Nova Gorica hanno ospitato recentemente nomi del calibro di Alex Britti, Bianca Atzei, Patty Pravo e Massimo Ranieri e sono pronti ad accogliere vere e proprie icone della musica italiana come i Nomadi, Dodi Battaglia e molti altri ancora. 

giovedì 28 settembre 2017

La 49esima Barcolana vedrà la partecipazione del Gruppo Hit

Il Gruppo Hit, leader sloveno nei settori del turismo e dell’intrattenimento, torna anche quest’anno tra i protagonisti della Barcolana, la regata velica più famosa del Mediterraneo, giunta alla sua 49esima edizione. L’evento, che richiamerà a Trieste circa 2.000 equipaggi provenienti da tutto il mondo, si svolgerà dal 29 settembre all’8 ottobre e offrirà una vetrina senza eguali per la promozione del territorio. Una promozione che vedrà anche il coinvolgimento diretto della Slovenia, nell’ambito di una sempre più stretta collaborazione transfrontaliera volta allo sviluppo dell’offerta turistica locale.

Nello specifico, il Gruppo Hit sarà tra i 9 espositori selezionati per rappresentare la Slovenia all’interno del “Villaggio della Barcolana”, uno spazio allestito sulle rive del capoluogo giuliano dal 4 all’8 ottobre che, oltre a celebrare il mare e lo sport, offrirà un ricco calendario di eventi collaterali con musica dal vivo, spettacoli e stand dedicati all’artigianato e ai prodotti tipici. Allo stand del Gruppo Hit, i visitatori del villaggio potranno respirare l’atmosfera frizzante che caratterizza i centri Hit Casinos situati nelle località più rinomate della Slovenia: Nova Gorica, cuore della regione Goriška, famosa per le sue bellezze naturali, la produzione vitivinicola e l’offerta di divertimento, Kranjska Gora, stazione sciistica delle Alpi Giulie che ospita ogni anno le gare del Coppa del Mondo di sci e di salto con gli sci, e Šentilj, vicino a Maribor, lungo le strade del vino che collegano la Slovenia con l’Austria.

La sera di sabato 7 ottobre, inoltre, il Gruppo Hit parteciperà al workshop organizzato dell’Ente Sloveno per il Turismo a bordo del catamarano Prince of Venice: un’esclusiva location galleggiante per un evento a numero chiuso, riservato a giornalisti e operatori di settore. Oltre ad entrare in contatto con i migliori rappresentanti dell’offerta turistica slovena, gli ospiti della serata potranno assistere da una postazione privilegiata a Go to Barcolana from Slovenia”, la tradizionale regata che segna l’approdo a Trieste della delegazione slovena, composta da un centinaio di equipaggi in partenza da Isola.


“La Barcolana è un evento di richiamo a cui partecipiamo ogni anno – ha dichiarato Suzana Pavlin, sales promotion manager del Gruppo Hit – in virtù del nostro forte legame con la città di Trieste. Oltre ad essere vicina agli Hit Casinos di Nova Gorica, Trieste è una delle tappe turistiche che proponiamo sempre agli ospiti desiderosi di scoprire le eccellenze del territorio. Partecipare alla Barcolana ci permette inoltre di presentare nel migliore dei modi le nostre strutture che, oltre a gioco e divertimento, offrono hotel, centri benessere, rinomati ristoranti, servizi per il MICE e molto altro ancora”.

Gruppo Hit, i Nomadi tornano a Nova Gorica

Nova Gorica, 28 settembre 2017 - Il Park Casinò & Hotel è pronto ad ospitare la band più longeva d’Italia: a poco meno di un anno dal trionfale live show al Perla, i Nomadi tornano a Nova Gorica, per un concerto dal forte sapore di nostalgia in programma domani, venerdì 29 settembre alle 22.00.

Da 54 anni il gruppo fondato dal tastierista Beppe Carletti e dal cantante Augusto Daolio emoziona e fa riflettere intere generazioni. Una carriera costellata di importanti collaborazioni, partecipazioni televisive e iniziative umanitarie, racchiusa in numeri da capogiro: terza band italiana di sempre per vendite, i Nomadi hanno prodotto 79 album vendendo 15 milioni di dischi.

Un’avventura iniziata negli anni ‘60, quando il gruppo si affermò sul panorama musicale nazionale facendo di denuncia e impegno sociale i propri cavalli di battaglia: brani come “Noi non ci saremo” e “Dio è morto”, nati dalla collaborazione con Francesco Guccini, diventarono fonte d’ispirazione per milioni di giovani nell’epoca della contestazione universitaria. Nel 1972 la consacrazione con “Io Vagabondo”, canzone diventata simbolo della band nonché uno dei titoli più noti della musica italiana nel mondo. Un brano che incarna pienamente lo stile di vita di questi artisti sempre in viaggio, impegnati in un tour quasi permanente: una media di 130 concerti l’anno, 220 negli anni ’80!

Una quota mantenuta nel decennio successivo con il “Nomadincontro – Tributo ad Augusto”, una tournée nelle piazze del Paese, dedicata al fondatore e ispiratore della band, che da 25 anni accompagna le tante iniziative umanitarie del gruppo. Recentemente i Nomadi hanno festeggiato il 50esimo anniversario di carriera progettando nuove creazioni: nel 2014 è stato pubblicato “50+1”, il cd celebrativo contenente 32 brani storici interamente rivisitati e 2 inediti, seguito dal singolo “Così sia” e dal doppio album “Così sia – XXIV Tributo ad Augusto” usciti nel 2016. Canzoni che raccolgono ancora e più che mai l’affetto del milione di spettatori, cittadini dell’immenso “popolo nomade”, presente ogni anno ai concerti della band.


Una dedizione che nemmeno le diverse sostituzioni all’interno del gruppo hanno potuto intaccare: i Nomadi sono sempre riusciti a rinnovarsi e trarre linfa musicale da ogni componente. Non fa eccezione l’ultima new entry, Yuri Cilloni, voce ufficiale della band dal marzo scorso, che porterà al Park una ventata di modernità, reinterpretando i successi intramontabili – tra cui Un pugno di sabbia”, “Un giorno insieme”, “Io voglio vivere” e “Dove si va - che hanno scritto la storia della musica italiana per oltre mezzo secolo. Biglietti a partire da 15 €.

mercoledì 27 settembre 2017

Icom è l'accademia di osteopatia numero uno a Milano e altre grandi città italiane

Icom è la scuola di osteopatia numero uno in Italia. Con le sue 8 sedi ti offre il corso di osteopatia più adatto alle tue esigenze per formarti e prepararti al mondo del lavoro nel settore.

Stai cercando un'accademia di osteopatia? A Milano, Cinisello Balsamo, Torino, Busto Arsizio, Perugia, Firenze, Napoli e Catania c'è Icom College, la scuola di osteopatia numero uno in Italia che ti offre una formazione completa con corsi approfonditi, docenti specializzati e aule dotate di avanzate tecnologie.
Consegui la tua laurea e diventa un esperto osteopata, con Icom College.

osteopatia scuola

Scopri l'accademia di osteopatia di Milano, scopri Icom

La prestigiosa sede principale di Icom di Cinisello Balsamo (Milano) si presenta come un'imponente struttura da oltre 7000 mq con aule, biblioteca, uffici, zone dedicate a studio e a relax, mensa, bar e aree verdi.
Ideata per ricordare i college inglesi, Icom oggi vanta il titolo di scuola di osteopatia numero uno in Italia con le sue 8 sedi (Milano, Cinisello Balsamo, Torino, Busto Arsizio, Perugia, Firenze, Napoli e Catania).
Le lezioni teoriche e pratiche si svolgono in ambienti spaziosi e luminosi, con lavagne multimediali, pannelli di proiezione e lettini idraulici per la sperimentazione pratica, mentre per i momenti di svago è possibile passare il tempo libero all'aperto, tra campi da calcetto e pallavolo, oppure usufruire di sala cinema e sala biliardo, o praticare sport all'interno della palestra o piscina esterna.

Scegli il corso di osteopatia e consegui la laurea

Full Time o Mix Mode? Scegli il corso di osteopatia più adatto a te!
La proposta Full Time di Icom ha una durata di 5 anni e si svolge tra Italia ed Inghilterra. Richiede il diploma di scuola superiore come requisito.
La proposta Mix Mode richiede una Laurea Sanitaria di Livello I, Laurea in Scienze Motorie oppure un Diploma Universitario (ISEF) e si svolge in 5 anni formativi, e si conclude con l'ottenimento della Laurea Inglese Internazionale BSc in osteopatia.
Richiedi maggiori informazioni sui corsi, prenota un colloquio con lo Staff di Icom e partecipa agli Open Days.
Il mondo dell'osteopatia aspetta solo te, scegli Icom College!

Francesca Dellera: il ritratto dell’attrice e modella italiana

Un'attrice dalla "fisicità parlante, che possiede quel qualcosa in più che hanno le figure schermi che di eccezione, tanto a suo agio davanti la macchina da presa che quando è vestita sembra nuda, e quando è nuda sembra vestita": con queste parole Tullio Kezich, il grande critico cinematografico, definisce Francesca Dellera, musa ispiratrice di Marco Ferreri per il film La carne che la definì "La pelle più bella del cinema italiano" e modella apprezzata a livello internazionale, soprattutto in Francia.

Francesca Dellera: dalla moda al mondo del cinema

Francesca DelleraFrancesca Dellera, attriceFrancesca DelleraFrancesca Dellera
Francesca Dellera comincia a lavorare come modella a Roma dopo aver conseguito il diploma di maturità al Liceo classico. Grazie alla sua avvenenza e al suo carisma, appare in importanti riviste nazionali e internazionali, posando per grandi maestri della fotografia quali Helmut Newton, Dominique Isserman, Greg Gorman, Michel Comte, André Rau, Annie Leibovitz e molti altri. L'impatto scenico la fa ben presto approdare al mondo del cinema: viene scelta da Giuseppe Patroni Griffi come interprete della miniserie televisiva La Romana, rifacimento del film da Luigi Zampa, tratto da un'opera di Alberto Moravia che, affascinato dalla bellezza di Francesca, le dedicherà un'intervista, privilegio concesso solo ad attrici come Sophia Loren e Claudia Cardinale. Lo sceneggiato seguito da milioni di italiani le farà vincere un importante premio televisivo e contemporaneamente attira l'attenzione del regista Marco Ferreri, uno dei più grandi autori del cinema italiano, che la vuole come protagonista de La carne film scritto appositamente per lei. Presentato con enorme successo al Festival di Cannes, il film lancia Francesca Dellera a livello internazionale, tanto che Federico Fellini la cita tra le sue attrici preferite all'interno del libro di John Baxter Fellini, The Biography.

Francesca Dellera: le lusinghe di Federico Fellini e il successo in Francia

Francesca DelleraFrancesca DelleraFrancesca DelleraFrancesca Dellera
Affascinato dall'interpretazione di Francesca Dellera nel film La Carne, Federico Fellini la sceglie come Fata per il suo adattamento cinematografico del Pinocchio di Collodi, progetto mai portato a termine per la prematura scomparsa del regista. Nel frattempo, l'attrice ottiene un grande successo in Francia, dove viene apprezzata per la sua sensualità e la bellezza diafana e carnale. Inserita nel libro che celebra i 50 anni del prestigioso Festival di Cannes, recita successivamente accanto ad Alain Delon nel film L'ours en peluche, diretto da Jacques Deray. Diviene anche la modella preferita da Jean Paul Gaultier, che la fa sfilare nella sua collezione, privilegio concesso in precedenza soltanto a una star come Madonna. Dopo gli anni trascorsi in Francia, torna in Italia per prendere parte come protagonista femminile all'adattamento televisivo di Nanà, tratto dall'omonimo romanzo di Zola. E' la protagonista, inoltre, in una coproduzione francese, La contessa di Castiglione, che vede anche la partecipazione della grande attrice Jeanne Moreau. È stata testimonial di campagne pubblicitarie di importanti marchi famosi, tra le quali quella diretta da Maurizio Nichetti per la "IP", premiato come miglior spot dell'anno.

lunedì 25 settembre 2017

A Terni per la tolleranza religiosa.



Cardine indispensabile per un futuro di pace è la tolleranza religiosa ed è per questo che a Terni il 20 settembre, in piazza del Popolo, si è tenuto un incontro davvero particolare. Clerici e fedeli appartenenti a varie confessioni si sono riuniti  per leggere un brano delle Sacre Scritture oppure una preghiera della propria confessione anche in lingua originale.  A questo incontro ha partecipato  anche la Chiesa di Scientology di Roma, il cui  rappresentante, Fabrizio D'Agostino, ha letto  "Che cos'è la grandezza" e "Preghiera per la libertà totale". La Chiesa di Scientology, infatti, è sempre stata in prima linea per sensibilizzare alla tolleranza religiosa e per far riscoprire agli individui la propria dimensione spirituale. Ne "La preghiera per la libertà totale" questo viene espresso chiaramente: "Noi preghiamo affinché i diritti umani siano preservati, affinché tutti possano credere e adorare liberamente, affinché la libertà torni a dimorare nella nostra terra".

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA PACE



La Chiesa di Scientology di Roma rinnova il suo sostegno e l'impegno ai diritti umani fondamentali
con una serata all'insegna del rispetto, sicurezza e dignità per tutti

Giovedì 21 settembre, dalle ore 18, si è celebrata presso la Chiesa di Scientology di Roma in via della Maglianella 375, una serata per Giornata Internazionale della Pace, quest'ultima istituita dalle Nazioni Unite il 30 novembre 1981. Il titolo dell'incontro ha ripreso il tema dettato dalle Nazioni Unite per l'edizione del 2017 di questa giornata: Diritti Umani, Rispetto, Sicurezza e Dignità per tutti.

Ha dato il benvenuto il sig. Fabrizio D'Agostino, Direttore Affari Pubblici della Chiesa di Scientology di Roma, che ha ricordato l'impegno costante, sin dalla fondazione della prima chiesa ufficiale nel 1954, che le Chiese di Scientology profondono nella promozione e nella difesa dei diritti umani, i quali trovano esplicita espressione nel Credo della Chiesa di Scientology. Ha quindi illustrato brevemente il programma multimediale educativo e laico che la Chiesa di Scientology Internazionale ha ideato e che sostiene attraverso il gruppo Uniti per i Diritti Umani, quale iniziativa a lungo termine per creare la cultura dei diritti naturali, affinché i futuri leader della società, qualsiasi ruolo rivestano, siano animati nelle loro azioni dalla pratica e rispetto dei diritti fondamentali.

Il prof. Antonio Saccà, sociologo e scrittore, ha presentato il suo libro Il Labirinto di Sisipo. Il prof. Saccà, con l'intensa e chiara dialettica espositiva che gli è propria, ha illustrato la necessità per ogni singolo essere umano di vivere una vita intensa, volta alla felicità e fuori dall'ordinario, per realizzare qualcosa di concreto e utile come unico antidoto al mero affidamento alla tecnologia, capace oggi giorno di suscitare guerre inimmaginabili. Se la tecnologia supera se stessa in un costante miglioramento, non può che distruggere l'umanità, finendo per esser utilizzata dai pochi per schiavizzare i molti. Se l'umanità supera sé stessa nel suo slancio e nella sua natura di esser al mondo per creare la felicità, la stessa tecnologia verrebbe usata per creare un mondo di pace dove l'umanità può vivere, un mondo dove si lavora per l'interesse di tutti.

La cantautrice Tiziana Stefanelli ha presentato il video musicale La violenza va denunciata del duo acustico Cykwa, da lei formato assieme al chitarrista Riccardo Paci, anch'egli presente alla serata. Risultato del suo impegno con i centri antiviolenza per tutelare i diritti delle donne, Tiziana Stefanelli ha presentato il suo personale studio dei testi delle canzoni d'amore attraverso i secoli, dal 1600 ad oggi, per mostrare come ad una lettura superficiale sfugge come molte di queste liriche possano instillare una cultura dell'amore come possesso, favorendo la cultura della violenza come risposta alla fine, reale o temuta, di una relazione. La conclusione di Tiziana Stefanelli è stata che se la musica può esser veicolo di cultura, allora può e dovrebbe esserlo anche per educare i giovani ai diritti umani, al rispetto e alla cultura delle dignità per tutti. Ha quindi mostrato il video musicale La violenza va denunciata, realizzato con il patrocinio delle istituzioni, ricordando che i fondi della vendita del relativo DVD vanno a supportare le iniziative dei centri antiviolenza.

La poetessa Antonella Laviola, ministro della Chiesa di Scientology di Roma da oltre 30 anni, ha invece letto le sue poesie, declinando versi per i diritti umani: risonanti di profonda cultura e sensibilità per la libertà e la felicità del prossimo, le sue rime hanno celebrato il trionfo della vita sulle sofferenze, le violenze e le ingiustizie.

Ha concluso la serata il giovane ed esordiente scrittore Davide Bortoluz. Davide è stato presentato per il suo impegno nel rendere reale il diritto alla libertà di espressione. Il suo libro Il Tuo Messaggio, sua opera prima, è il risultato di un percorso che inizia con la domanda che egli si pose su come aiutare un'altra persona a raccontare la sua storia ad una persona cara, nella convinzione che ogni individuo ha una storia interessante da raccontare, ma che non sempre è facile dare inizio ad un flusso di pensiero e ordinare le idee di fronte al foglio bianco. Con Il Tuo Messaggio Davide Bortoluz racconta la sua storia, immaginandosi un padre che racconta la sua vita al figlio. I capitoli della sua storia si ripetono in conclusione del libro, ma stavolta sono dei consigli a chi vorrà scrivere la sua personale storia, a chi vorrà dare il suo personale messaggio. ----

Caduta capelli? Uomo o donna, rivolgiti a Italcenter, dal 1985 lo specialista dei problemi di capelli

Italcenter di Como è il rinomato studio tricologico che da oltre 30 anni ti propone la migliore soluzione per i problemi di calvizie, diradamento e caduta di capelli uomo e donna.

Problemi di caduta capelli? Uomo o donna, rivolgiti a Italcenter, il centro tricologico di Como che dl 1985 ti offre le soluzioni all'avanguardia per risolvere i problemi legati alla cute e ai capelli.
Tricopigmentazione, autotrapianto, infoltimenti, scopri cosa può fare Italcenter per te!

calvizie uomo

Calvizie uomo: cos'è e come contrastarla

L'idea di perdere i capelli per un uomo può creare disagio e diventare una vera e propria ossessione che se trascurare può inficiare sulla salute psicofisica.
C'è da distinguere la caduta di capelli stagionale dalla caduta strutturale che anticipa la calvizie.
La prima è un fenomeno temporaneo e naturale, infatti ogni essere umano arriva a perdere tra i 50 e i 70 capelli al giorno. In questo caso la caduta dei capelli nella donna e nell'uomo è sinonimo di ricambio e rinnovamento, ed è fisiologica e naturale.
La caduta dei capelli definitiva invece si chiama alopecia androgenetica. Tipica negli uomini, riguarda circa la metà degli italiani al di sotto dei 50 anni e il 70/80% delle persone con età superiore. Può presentarsi più raramente anche nella donna, e può essere dettato da scompensi ormonali come durante il periodo di menopausa.
Questo tipo di alopecia si contrasta mediante una diagnosi precoce, che solo un esperto tricologo o dermatologo può attuare.

Le soluzioni di Italcenter ai problemi di diradamento dei capelli

Italcenter offre soluzioni mirate e personalizzate per ogni singolo caso di diradamenti, caduta o calvizie uomo e donna.
Lo studio tricologico di Como esegue interventi di autotrapianto, una delle operazioni più eseguite in ambito tricologico, con tecniche innovative per consentire una ricrescita assolutamente naturale dei capelli.
Vengono inoltre effettuati interventi di tricopigmentazione per i problemi di alopecia areata, calvizie, cicatrici nucali da autotrapianto e cicatrici in genere.
Infoltimenti, integrazione di capelli naturali con sistema invisibile, soluzioni adatte ad alopecia, traumi, cure mediche e trattamenti di prevenzione, da Italcenter puoi trovare questo e molto altro, prenota la tua visita e affidati alle sapienti mani dei suoi esperti che da oltre 30 anni ti offrono solo il meglio per i tuoi capelli.

sabato 23 settembre 2017

Premio Internazionale 2017 Cultura, Arte, Spettacolo e Ambiente Città di Palinuro

COMUNICATO STAMPA

Domenica 24 settembre

Il comune di Centola, la Regione Campania,
Academy of Art and Image e Artisti Cilentani
presentano
Premio Internazionale
Cultura, Arte, Spettacolo e Ambiente
Città di Palinuro

Piazza Virgilio, ore 21:30

Una notte magica tra sogno, mito e leggenda.
Come da tradizione, giunto alla quinta edizione, torna nell’ambito del progetto “Ambienti Mediterraneicofinanziato dal poc Campania 2014-2020 linea strategica rigenerazione urbana, Politiche per il Turismo e la cultura promosso dal Comune di Centola, dall’Academy of Art and Image e Artisti Cilentani, il “Premio Internazionale Cultura, Arte, Spettacolo e Ambiente Città di Palinuro”.
Un richiamo al passato che, in una notte, rivive grazie al supporto dell’Assessore al  Turismo Angela Ciccarini e all’inestimabile sostegno del sindaco Carmelo Stanziola e di tutta l'amministrazione comunale che mostrano sempre grande sensibilità e attenzione a un’iniziativa così importante che vuole promuovere il valore artistico e culturale premiando, su una attenta selezione dei personaggi, eccellenze che si sono distinte nel mondo dell’Ambiente, della Cultura, dello Spettacolo, dello Sport,  della Scienza, della Danza e dell’Arte. Un grande sostegno anche da parte del direttore artistico Silvano Cerulli; del coordinatore tecnico e responsabile sicurezza il M° Mauro Navarra; degli assistenti alla produzione Giovanna Navarra e Simona La Porta; dell’assistenza costumi Carmela Saturno e dell’allestimento scenografico da parte di Alina Di Polito.
A condurre la serata la carismatica Paola Zanoni, giornalista, presentatrice di successo e Ufficiale al merito della Repubblica Italiana, autrice del libro “La grande Bellezza degli Italiani” insieme a Gianluca Magni, attore cinematografico che ha recitato a fianco di personaggi quali Giancarlo Giannini e Nino Manfredi.
Dopo gli innumerevoli artisti che hanno calcato il palco di Palinuro, torna anche quest’anno un parterre ricco di personalità illustri del panorama nazionale ed internazionale, non mancheranno le sorprese con momenti di spettacolo e intrattenimento.
Direttamente da Londra ad incantare il pubblico con la sua voce la cantante internazionale EvaLorys, interprete dell’inno ufficiale della Convention sulla Pace, in via del tutto eccezionale,  per la prima volta si esibirà in Italia, a Palinuro.
Dalla Svezia arriva la vincitrice di “Ballando con le stelle” Veera Kinnunen la quale, con il primo ballerino Stefano Oradei (anche lui di Ballando), ha vinto il campionato svedese ben 8 volte.
Dal nord Europa, dove sono famosissime, arriva il trio Appassionante (Le nuvole) testimonial della compagnia aerea Airberlin, ambasciatrice dell’Unicef in Germania e partner di Claudio Baglioni;  l’attrice versatile e di talento, la protagonista della serie televisiva “Un caso di Coscienza” Loredana Cannata, l’atleta paraolimpica e conduttrice televisiva Giusy Versace; Vincenza Palmieri, fondatrice e presidente dell’INPEF - Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare; lo scrittore e sceneggiatore Federico Moccia direttore dei film “Scusa ma ti chiamo amore”, “Amore 14”; il regista ed attore Fabio La Rosa, vincitore per tre volte consecutive del Premio Adolfo Celi, nonché direttore artistico dell’Academy, leggerà alcuni brani tratti dal libro “Tre volte te” di Federico Moccia, il ritorno di Babi, Step e Gin terzo e ultimo capitolo della storia, il quale ha appassionato milioni di lettori già con “Tre metri sopra il cielo” e “Ho voglia di te” dai quali romanzi sono stati tratti due film con gli attori Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti.
Il regista teatrale, regista cinematografico e sceneggiatore Mario Martone attualmente sul territorio del Cilento dove, a San Severino di Centola, sta girando delle scene per le riprese di “Capri–Batterie”, un film in cui lo sguardo del regista partenopeo si posa ancora sui frammenti che attraversano la storia.
Dalla fiction Gomorra, l’attore nei panni di Angioletto Arturo Sepe; la cantautrice Mariella Nava la quale eseguirà dei suoi brani che l’hanno portata al successo; il critico d’arte e docente all’Università di Vibo Valentia Pasquale Lettieri; il maestro, direttore d’orchestra e pianista Domenico Virgili, il quale ci farà ascoltare il pezzo musicale composto e dedicato alla splendida cittadina di Palinuro.
Ed ancora, l’attivissimo presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo che con le sue innumerevoli iniziative tiene alta l’attenzione e la cura dell’ambiente; Ernesto Lupo già magistrato e consigliere per gli Affari dell'amministrazione della giustizia al Quirinale e Giuseppe Ippolito, direttore dell’Istituto Nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani. Alla città di Prato verrà consegnato il premio per il ventennale del gemellaggio. Presente con un’esilarante sketch comico anche il gruppo rivelazione dell’anno Artikolo 3.
Per l’occasione verrà allestita anche una mostra con le opere pittoriche e scultoree degli artisti italiani: Cristiana Pedersoli, figlia del noto attore Bud Spencer, e dell’estroverso Paolo Peverini esperto della tecnica WPAP, un mash up che combina la progettazione digitale con uno sviluppo finale a tecniche miste. Grande contributo anche quello di Raffaella Baldassarre, creatrice del Caftano Palinuro “Acqua Marina” realizzato appositamente per la serata dove vedremo sfilare la vincitrice di  miss Europe Continental Anna Semenkova.
Durante la serata verranno consegnate delle “Menzioni speciali”: per la regia a Fabio la Rosa; per l’arte allo straordinario scultore Michele Licata, direttore dell’Accademia di Belle Arti Fidia; per la formazione, al presidente Uni-carif Nunzio Pagano; per la comunicazione a Paolo Peverini; a Letizia Bonelli, direttore editoriale responsabile, nonché Presidente del Consorzio CFS; per la conduzione all’attore Gianluca Magni; al direttore artistico dell’accademia di ballo e danza “Fuego Latino” di Roma Simone Ripa, che si è esibito con Martina Stella, Alessandra Tripoli, Anastasia Kuzmina, Samanta Togni e Matilde Brandi; ad Alessandro Grifa, come direttore esecutivo di Miss Europe Continental;, presidente  della Conscfs; per le acconciature a Luca di Mauro per Campisi Hair Designer; per il turismo a Luigi Gatto; in segno di gratitudine a Maria Galeone; per l’impegno profuso nel gemellaggio con Prato a Biagio Fedullo; per la poesia a Maurizio Tortora; per la coreografia alla 3° classificata a Miss Italia, Vincenza Botti; per l’assistenza a Giulia Bordini; per la photography e video a Gianni Serio; per il videoclip al regista Stefano Martini; per la voce fuori campo all’attore Saverio  Deodato.

Moltissimi i personaggi che arriveranno a Palinuro, una grande attesa da parte della Cittadinanza,  dei Turisti e del mondo Artistico e Culturale. Tutto è pronto quindi, affinché questo grande veliero che è il Premio Internazionale Palinuro possa “spiegare le vele” spinto dal vento dell’emozione iniziando anche quest’anno il suo viaggio verso una serata ricca di magia, sensazioni e coinvolgenti momenti di spettacolo.