AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

mercoledì 31 ottobre 2018

Biografia di Vito Gamberale, Top Manager dall’esperienza cinquantennale

La crescita professionale di Vito Gamberale passa attraverso alcuni dei più grandi gruppi del Paese. E oggi, dopo una carriera cinquantennale, è pronto a raccogliere nuove sfide lavorative.
Vito Gamberale

Vito Gamberale: formazione e affermazione professionale

È all'Università "La Sapienza" che la carriera di Vito Gamberale prende il via. Dopo la laurea in Ingegneria Meccanica, intraprende una breve esperienza come assistente alla cattedra di Impianti Meccanici. Dal 1968 al 1969 lavora all'Anic, l'Azienda Nazionale Idrogenazione Combustibili del gruppo Eni: in seguito entra in IMI, Istituto Mobiliare Italiano, dove fino al 1977 si occupa di valutazione di imprese nei settori tessile, dell'abbigliamento, siderurgico, meccanico. Successivamente è Responsabile per le acquisizioni e le privatizzazioni all'interno della Società per le Gestioni e le Partecipazioni Statali (Gepi), partecipata al 50% da IMI, nel periodo 1984-1991 opera di nuovo nel settore petrolifero, guidando aziende controllate da Eni. Negli anni Novanta viene nominato Amministratore Delegato in Sip: sempre nell'ambito della telefonia nel 1995 contribuisce alla nascita di Telecom Italia Mobile diventandone il primo Amministratore Delegato. Nel 1998 entra a far parte di 21 Investimenti come Vicepresidente e nel 2000 Vito Gamberale viene nominato AD di Autostrade per l'Italia, incarico che ricopre fino al 2006 quando decide di lasciare dedicandosi a nuove avventure professionali.

Vito Gamberale: gli incarichi recenti e i riconoscimenti

Nel 2007 Vito Gamberale crea e lancia F2i, il primo fondo specializzato in investimenti nel settore delle infrastrutture: oggi è il più grande fondo infrastrutturale del Paese. Lo guida fino al 2014 quando diventa Presidente del Gruppo PSC, attivo nel settore dell'impiantistica tecnologica di edifici, metropolitane, ferrovie ed autostrade. Dal luglio 2015 al settembre 2018 ha ricoperto il ruolo di Presidente in Quercus Assets Selection. Attualmente Vito Gamberale è Presidente e azionista di Iterchimica, che si occupa di additivi chimici per asfalti. Nel 2007 l'Università "Tor Vergata" di Roma gli ha conferito la laurea honoris causa in Ingegneria delle telecomunicazioni.

martedì 30 ottobre 2018

L'Ultimo Ninja tra i finalisti del festival "Incontro ilCorto 18" di Roma


L'Ultimo Ninja di Mattia Riccio è tra i finalisti del festival "Incontro ilCorto 18" di Roma.

Sabato 3 novembre avranno luogo le proiezioni e le premiazioni dei corti finalisti presso la sala Convegni Città  dell'altra economia nel quartiere Testaccio.

L'ingresso è libero! 

Chiunque fosse interessato, potrà assistere alla proiezione de L'Ultimo Ninja alle ore 15:30! 

Uffcio stampa :Roberta Nardi

lunedì 29 ottobre 2018

LIBERTA' RELIGIOSA


Le confessioni chiamate ad unirsi per dare l'esempio. Celebrata la Giornata Internazionale per la Liberta' Religiosa presso la Chiesa di Scientology di Roma

La sera del 27 ottobre, nella cappella della Chiesa di Scientology di Roma alcune confessioni religiose e loro fedeli si sono riuniti per celebrare la Giornata Internazionale per la Liberta' Religiosa.

Alle ore 18 e' stato dato il benvenuto a quanti hanno aderito all'invito di portare una preghiera o un pensiero su uno dei diritti fondamentali, quello alla liberta' religiosa, sancito dall'articolo 18 della Dichiarazione Universale per i Diritti Umani delle Nazioni Unite di cui ricorre, il prossimo 10 dicembre, il 70-esimo anniversario.

Il benvenuto e i ringraziamenti hanno evidenziato gli articoli del Credo della Chiesa di Scientology, redatto nel 1954 dal fondatore di Scientology, il filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, adottato dalla Chiesa di Scientology, dove si afferma che tutti gli uomini sono stati creati con gli stessi diritti, indipendentemente dall'appartenenza e, soprattutto, “il diritto inalienabile di scegliere e professare le proprie pratiche religiose”. E' stato sottolineato come sul Credo trovi sostegno l'impegno decennale della Chiesa di Scientology e degli Scientologist a favore della promozione e rispetto dei diritti umani fondamentali.

E' stato pertanto presentato il programma sociale Uniti per i Diritti Umani, sostenuto dalla Chiesa di Scientology e dagli Scientologist di tutto il mondo, come da rappresentanti di altri fedi e delle istituzioni civili. Un efficace programma che attraverso pluripremiati materiali didattici audiovisivi insegna i 30 diritti della Dichiarazione Universale a giovani ed adulti, raggiungendo oltre 100 milioni di persone ogni anno in tutto il mondo.

Sono stati chiamati ad intervenire i rappresentati delle fedi che hanno aderito all'invito. Primo fra tutti un rappresentante Sikh che ha ricordato l'universalita' dei loro principi di fede, in cui la “casa di Dio e' aperta alle persone di ogni credo”, e quindi l'importanza di aiutare chi versa nel bisogno per sostenere "il benessere spirituale per tutti".

Di seguito i rappresentati della Chiesa di Gesu' Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni hanno evidenziato l'importanza dell'unione delle forze del bene, nel perseguimento di quel benessere spirituale che puo' invertire la spirale discendente della societa' odierna, auspicando un incontro delle fedi sul piano sociale per portare ricchezza di contenuti e soluzioni positive ai problemi di tutti i giorni, nella consapevolezza che ogni credo ha qualcosa da offrire al prossimo indipendentemente dalla fede dell'altro.

In chiusura il ministro della Chiesa di Scientology ha letto la Preghiera di Scientology per la Liberta' Totale che postula che i diritti umani diventino una realta' in questo mondo, e che ogni individuo possa raggiungere la consapevolezza della propria natura spirituale e la conoscenza e comprensione dell'autore dell'universo la quale porta liberta' totale, ovvero, in una parola, la salvezza.




venerdì 26 ottobre 2018

Consulta: il giudice Nicolò Zanon sul divieto di cuocere cibi per i detenuti al 41-bis

La sentenza della Corte Costituzionale che dà ai detenuti in 41-bis la possibilità di cucinare in cella: il relatore è Nicolò Zanon, giurista e docente italiano.
Nicolò Zanon

41-bis, stop a divieto di cucinare in carcere: relatore della sentenza il giudice Nicolò Zanon

La Corte costituzionale ha sancito l'illegittimità della norma che vieta di cuocere cibi ai detenuti in regime di carcere duro. Nicolò Zanon è relatore della sentenza che modifica l'art. 41-bis e concede a chi vi è sottoposto di "conservare la possibilità di accedere a piccoli gesti di normalità quotidiana, tanto più preziosi in quanto costituenti gli ultimi residui in cui può espandersi la sua libertà individuale". La misura restrittiva, contenuta nel comma 2-quarter, era stata introdotta nel 2009 per contrastare l'eventuale crescita di "potere" e prestigio criminale del detenuto all'interno della struttura penitenziaria, misurata anche in base alla disponibilità di generi alimentari cosiddetti "di lusso". D'altronde, come osserva anche la sentenza redatta dal giudice Nicolò Zanon, è "la stessa ordinaria applicazione delle regole di disciplina specificamente previste a rendere pressoché impossibile qualunque abusiva posizione di privilegio o di potere all'interno del carcere collegata alla cottura del cibo".

Nicolò Zanon: il ritratto formativo e professionale

Giurista e docente italiano, Nicolò Zanon nasce a Torino nel 1961. Ordinario di Diritto costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano, opera attualmente anche come Giudice della Corte costituzionale su nomina del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (18 ottobre 2014). In ambito accademico è conosciuto anche all'estero: annovera esperienze formative e professionali in Germania (Università di Bayreuth) e in Francia (Aix-en-Provence). Nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi di docenza in diversi atenei italiani: presso le Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Padova, di Giurisprudenza dell'Università di Milano-Bicocca, di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano. Parallelamente svolge anche attività di ricerca: numerose le pubblicazioni relative a temi di diritto costituzionale, regionale, tutela dei diritti fondamentali nell'ordinamento italiano e in quelli stranieri. Altre vertono sulla libertà di mandato del parlamentare. In ambito istituzionale Nicolò Zanon è stato componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura (2010-2014) e nel 2013 è stato chiamato a operare nella Commissione dei cd. "saggi" per la revisione della parte seconda della Costituzione. Già membro del comitato di redazione della rivista "Ideazione" e del comitato scientifico della rivista "Giurisprudenza costituzionale", il docente ha fatto parte del comitato scientifico della rivista "Percorsi costituzionali" e della direzione della rivista "Quaderni Costituzionali": oltre a collaborare con testate autorevoli tra cui "Il Sole 24 Ore" e "Il Giornale", ha pubblicato articoli su riviste giuridiche italiane e straniere.

Amos Genish al FT-Etno Summit: gli investimenti di TIM nel 5G

Le maggiori realtà del settore TLC riunite a Bruxelles per il Summit FT-Etno: l'AD Amos Genish parla del 5G e sottolinea l'impegno del gruppo nel contribuire alla crescita dell'Italia.
Amos Genish, AD Tim

Amos Genish: l'AD di TIM interviene al Summit FT-Etno

"Il 5G sarà una rivoluzione sia per i consumatori che per le imprese": intervenuto nel corso del Summit FT-Etno lo scorso 15 ottobre, l'Amministratore Delegato di TIM Amos Genish si è soffermato sulle potenzialità delle tecnologie e degli standard di quinta generazione, analizzandone l'impatto nella società. Non solo: l'AD ha fatto notare come il 5G apra a grandi opportunità anche per gli operatori del settore. E in questa prospettiva Amos Genish e gli altri Top Manager presenti all'evento di Bruxelles auspicano nel sostegno di politiche comunitarie: "I regolatori hanno la grande opportunità di stimolare questo corso, semplificando i processi che governano lo sviluppo della rete e incentivando la domanda di servizi innovativi".

TIM, l'AD Amos Genish: "Spingiamo sulla rete 5G"

A Bruxelles per partecipare al Summit FT-Etno, l'AD di TIM Amos Genish ha sottolineato il valore strategico del gruppo per la crescita del Paese: "Siamo fortemente coinvolti nel processo dell'Italia verso la Gigabit Society, e forniamo già l'80% del fisso del paese e il 98% delle connessioni mobili". L'AD ha quindi rimarcato come la recente asta di frequenze si inserisca in questo percorso, rappresentando "un ulteriore passo avanti nella digitalizzazione del Paese". Tutte le frequenze acquisite da TIM hanno caratteristiche diverse e complementari in termini di copertura, penetrazione e capacità e saranno disponibili fino al 2037. Come ha ribadito l'AD Amos Genish, l'Italia nel 5G non può rimanere indietro e "per questo ci siamo impegnati a lanciarlo: ci saranno le prime cinque città già entro la fine giugno-luglio 2019".

I Puffi compiono 60 anni, ma non invecchiano mai


Sono un fenomeno mondiale, con più di 50 milioni di fumetti venduti, una serie TV di 272 episodi trasmessa in oltre 100 paesi, un canale YouTube tradotto in 41 lingue, 3 film e 4 parchi a tema: sono i Puffi, gli elfi blu nati dall’immaginazione del fumettista belga Peyo (nome d’arte di Pierre Culliford) nel 1958.

I Puffi compiono sessanta anni

Quest’anno Puffetta, Grande Puffo e gli altri magici abitanti della foresta, tagliano un traguardo importante: 60 anni di storia! Per l’occasione, Bruxelles presenta la “Puffo Experience”, un vero e proprio villaggio tematico che sarà a disposizione di grandi e piccini fino a gennaio 2019, prima di trasformarsi in un’attrazione itinerante e raggiungere altre location.

Situato nella zona di Expo, a due passi dall’Atomium, il villaggio dei Puffi è diviso in nove ambientazioni, per un totale di 1500 metri quadrati. Appena arrivati al villaggio, caratterizzato dalle tipiche casette a forma di fungo, comincia l’avventura per aiutare le magiche creature blu a superare le trappole del terribile Gargamella: tra ologrammi, pozioni magiche, mappatura video e realtà virtuale, ci si immerge in un mondo fantastico, fino a diventare alti “due mele o poco più”! L’avventura ha ovviamente un lieto fine e si conclude con la “Festa del Villaggio”, dove gli ospiti “umani” avranno l’opportunità di imparare la danza dei Puffi.

Un’esperienza decisamente … “puffosa” dedicata a tutta la famiglia, all’insegna dei valori incarnati da questi simpatici personaggi: amicizia, solidarietà, tolleranza e condivisione. Scappando dalle trappole di Gargamella, si impara anche a rispettare l’ambiente: dal 2016, infatti, gli elfi blu sono ambasciatori della campagna “Piccoli Puffi, Grandi Obiettivi”, ideata per promuovere le linee guida dello sviluppo sostenibile definite dall’ONU.

Anche l’Atomium, monumento simbolo di Bruxelles, dedica un tributo al celebre anniversario: dallo scorso giugno, infatti, una delle 9 sfere del monumento è stata decorata con l’immagine di un Puffo, che potrà essere ammirata fino a fine anno. Per l'occasione, la catena alberghiera Martin's Hotel, presente in tutto il Belgio con 13 strutture per un totale di 1000 camere, offre convenienti pacchetti alle famiglie durante il weekend presso Martin's Brussels.

giovedì 25 ottobre 2018

SABATO 27 OTTOBRE IL CAST DI “UNO DI FAMIGLIA” ALL’UCI DI PARCO LEONARDO



Sabato 27 ottobre alle ore 21:15 presso l’UCI Cinemas di Parco Leonardo, si terrà l’evento per la proiezione con cast del film commedia distribuito dalla Warner Bros. “Uno di Famiglia”.
Ad accogliere il regista Alessio Maria Federici e gli attori Sarah Felberbaum , Pietro Sermonti e Lucia Ocone a Parco Leonardo sarà il padrone di casa Edoardo Francesco Caltagirone insieme alla direzione Uci.
Gli attori del cast calcheranno il red carpet per foto ed abbracci con il loro pubblico e presenteranno il film in sala.
Poltrone già prenotate da molti colleghi Vip invitati da Marzia Caltagirone ed Antonio Flamini:
Simone Montedoro, Karin Proia, Margie Newton, Barbara Pedri, Adriana Russo, Eleonora Ivone, Claudia De Angelis, Angelo Longoni, Ira Fronten, Alessandro Sardelli, Lilian Ramos, Manuela Morabito, Christian Marazziti, Guido Roncalli e Luca Martella.
Trama del film:
Uno di famiglia è un film di genere commedia del 2018, diretto da Alessio Maria Federici, con Pietro Sermonti e Lucia Ocone. Uscita al cinema il 25 ottobre 2018. Distribuito da Warner Bros...
Uno di famiglia, il film diretto da Alessio Maria Federici, vede protagonista Luca(Pietro Sermonti), un quarantatreenne mite e sornione, che sbarca il lunario insegnando dizione.
Un giorno, per caso, salva la vita al suo allievo 
Mario (Moisè Curia), un giovane desideroso di fare l'attore a cui va corretta l'inflessione dialettale.
Ad insaputa di Luca però, il ragazzo è il rampollo di una potente famiglia malavitosa calabrese: i Serranò, ora in debito con lui!

Come un fulmine a ciel sereno nella sua vita e in quella della fidanzata 
Regina(Sarah Felberbaum), irrompono la spietata Zia Angela detta "Della Morte" (Lucia Ocone) ed il capo "fammigghia" Peppino Serranò (Nino Frassica), l'uomo a cui nessuno può dire di no! Fraintendimenti e avvenimenti tragicomici si susseguiranno nella storia coinvolgendo amici, conoscenti e nemici di Luca, ognuno a suo modo se la vedrà con i vari componenti del colorito nucleo malavitoso, perché non sempre è un vantaggio essere "Uno di famiglia".

Round aperto per la Startup che aiuta Startup e PMI



Il 60% delle problematiche delle aziende sono legate ai risultati del marketing. Traction sviluppa soluzioni per automatizzare il marketing e le performance e avvia un proprio round di finanziamento

Roma - Milano, ottobre 2018

Il 90% delle startup non riesce a superare la fase di crescita. Nel 60% dei casi le problematiche sono riconducibili al marketing, il 50% delle soluzioni può essere automatizzato.

Sono questi i numeri dell’ecosistema delle Startup e quelli che rappresentano la mission di Traction.

La maggior parte delle aziende dopo il primo round di finanziamento, si trova in grande difficoltà, non riesce a crescere e manda in fumo il budget di marketing.

La soluzione risiede nell’adozione di una serie di strumenti di marketing automation e nel supporto da parte di esperti.

Traction (www.tractionmanagement.it) è una realtà unica sul territorio nazionale: un progetto innovativo fondato da esperti che hanno deciso di mettere le loro capacità a servizio dei founder e delle loro iniziative imprenditoriali, sviluppando tools per supportarli nelle attività di Digital Marketing. Ad oggi soni più di 30 le aziende che hanno utilizzato Traction. I tools sviluppati ad oggi sono già 4, il migliore è Email Urgency, che incrementa il click rate delle mail commerciali del 20%.

Traction ricerca ora investitori (bit.ly/invest-in-traction), smart money per accelerare il percorso di crescita dell’azienda. Il round è aperto: 300.000€ per il 16,7% di Traction, con la possibilità di assessment gratuito per tutte le aziende facenti parte del network del singolo investor. Per farlo ha chiesto il supporto di Backtowork24 che nel suo track-record annovera solo successi e più di 20€ Milioni di euro raccolti per le aziende del network.

Abbiamo deciso di coinvolgere altri soci per ottenere una maggiore copertura dell’ecosistema delle aziende innovative e supportare su scala ancor più larga la creazione delle aziende del futuro. D’altro canto, per farlo dobbiamo concentrare gli investimenti nello sviluppo di altri Tools di Marketing Automation per la creazione di una cassetta degli attrezzi utile a chiunque voglia crescere spendendo bene il budget di marketing sia nel BTB che nel BTC - afferma Pier Francesco Geraci, CEO di Traction.
Traction è in campagna di crowdfunding su Backtowork24, per tutti coloro che sono interessati ad investire è possibile ricevere ulteriori informazioni a questo LINK: bit.ly/invest-in-traction

A proposito di Traction
Traction Management è la start up che aiuta le start up.
Fondata da Pier Francesco Geraci ed Alessandro Cavallo, ha al suo attivo ben 30 case studies con altrettante aziende supportate nella fase di crescita.
Traction ha iniziato il suo percorso in Italia, supportando le startup (con una track record di oltre 30 casi di successo) e le PMI, ora sta lavorando anche in partnership con acceleratori e incubatori d’impresa, raccogliendo anche l’interesse di fondi di investimento con uno sguardo nell’immediato futuro alla vendita dei tools su scala internazionale.

Traction offre alle aziende strumenti di Automation e servizi per la gestione di campagne di acquisizione di nuovi clienti, per la conversione di Lead in compratori e per le gestione del CRM, insomma con Traction le aziende possono contare su un supporto lungo tutto il ciclo di vita dei clienti, siano essi altre aziende oppure consumatori finali. Un approccio a 360 gradi per offrire alle aziende quello di cui hanno bisogno nella fase di crescita. Numerosi anche gli eventi dedicati all’Open Innovation in cui Traction sta partecipando come partner.

Travel App presente a TTG Travel Experience

Travel App è la prima applicazione rivolta alle agenzie di viaggi che permette di instaurare un canale di comunicazione diretto con i clienti, inviando sui loro device preventivi personalizzati, documenti di viaggio, comunicazioni riservate e/o offerte speciali, segnalate da notifiche “push” che rendono immediatamente visibile l’aggiornamento.

      Le caratteristiche principali di Travel App

      Tra le main features dell’APP un modulo per la gestione e la partecipazione a liste nozze, laurea o regalo, e un servizio di chat per comunicare in tempo reale con l’agenzia.
Il risultato è uno strumento di comunicazione integrato di ottimo livello, particolarmente apprezzato dalla clientela finale, che può gestire in questo modo tutti i propri viaggi direttamente via tablet o smartphone.

I Volontari della “Via della Felicità “ migliorano l’immagine urbana.


Rifiuti e sporcizia sono stati rimossi dai Volontari romani della Fondazione Internazionale La via della Felicità in una zona dove Via Boccea incrocia Via del Quartaccio.
Roma 24 Ottobre 2018. Un “costante” intervento che permette all’area di mantenere un’immagine curata e accogliente.  Piu' cura per Roma. Questa l'idea che continuano a portare avanti e che vogliono trasmettere  prendendosi cura del decoro ambientale delle vie principali del quartiere Casalotti.
Ispirati a “La Via della Felicità” perchè è un codice morale non religioso per persone di ogni credo e appartenenza interamente basato sul buon senso e  il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. “Proteggi e migliora il tuo ambiente” non è solo uno dei precetti del libro  ma un invito alla responsabilità di ciascuno nell'aver cura del luogo in cui si vive, quale metaforica estensione della propria casa.
I valori esposti nel libro possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”. Ecco perchè durante l’attività di pulizia i volontari hanno anche distribuito il prezioso opuscolo ai vari passanti. Usato già da aziende e governi in più nazioni del mondo la fondazione internazionale della “Via della Felicità” mette a disposizione ulteriori strumenti che affiancano l’opuscolo: il DVD “La via della felicità” che, con una serie di minispot e piccoli documentari mette in vita i 21 precetti che formano il principi del libro. Tre programmi da svolgere a lungo termine: uno studiato per il settore scolastico, che da allo studente i principi di base per il rispetto del prossimo, dei propi compagni e dell’ambiente, facendo da complemento al programma scolastico prevenendo eventuali episodi di bullismo, piaga molto diffusa nelle scuole negli ultimi tempi. Il programma per persone in detenzione, ripristinando il rispetto di se, delle leggi, e del vivere civile. Ed infine un programma per le aziende, per incentivare all’onestà, la produttività e portando armonia e fiducia nel contesto lavorativo. Quello di questo week end è l’ennesimo passo per costruire, man mano, quel senso di convivenza e fiducia tanto cercato dalle persone di buona volontà nella comunità
Per informazioni:
thewaytohappiness.org      tel. 320/3279269 Sandro

La Verità sugli psicofarmaci.


Roma 24 ottobre 2018. I  volontari romani del CCDU si sono dedicati  nuovamente  all’ attività di  informazione  sugli effetti nocivi degli psicofarmaci, ossia le droghe legalizzate che gli psichiatri prescrivono per ogni disturbo mentale reale o immaginario che una persona potrebbe avere.
Nei pressi di uno dei centri commerciali più importanti della capitale, hanno messo nelle mani del pubblico, centinaia di opuscoli gratuiti sugli ansiolitici, psiocofarmaci, psicostimolanti, regolatori dell’umore, antipsicotici e antidepressivi.
In Italia 11 milioni di persone, tra cui bambini ed adolescenti, assumono psicofarmaci.  Se un bambino a scuola non apprende bene, oggi non lo si aiuta più cercando di capire quale potrebbe essere la sua difficoltà, ma lo si etichetta con qualche tipo di strana malattia inventata e gli si somministrano queste famigerate droghe legali. 3 miliardi e 300 milioni di euro all'anno incassano le case farmaceutiche con questo ed altri raffinati stratagemmi. Che importa se poi gli effetti collaterali sono tantissimi e mortali. Ecco, per esempio, quelli per gli antidepressivi di nuova generazione:
Agitazione, Forte irrequietezza, Ansia, Strani sogni, Confusione, Fissazioni, Intontimento, Allucinazioni, Mal di testa, Attacchi di cuore, Ostilità, Ipomania (eccitazione esagerata), Impotenza, Insonnia, Perdita di appetito, Manie, Perdita di memoria, Nausea Attacchi di panico, Paranoia, Episodi psicotici, Irrequietezza, Attacchi apoplettici, Disfunzioni sessuali, Perdita di peso, Sintomi depressivi dopo l'interruzione dell'assunzione.  
Ci sono poi  pensieri o comportamenti suicidi e comportamenti violenti, Ricordiamo, infatti, che dietro a tutte queste morti violente, a questi scoppi improvvisi di follia omicida il più delle volte ci sono i famigerati psicofarmaci. E' diventato veramente vitale informarsi e non ingerire nulla, anche se è stato consigliato da un medico, se prima non si è letto il foglio informativo che lo accompagna.
Questo è il sito giusto: www.ccdu.org.
 Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata alla difesa dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale.
Con questo in mente, nel 1969 gli Scientologist fondarono il Citizens Commission on Human Rights (CCHR, in Italia CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), un ente di tutela che indaga ed espone le violazioni psichiatriche dei diritti umani. Oggi il CCHR è una forza a livello mondiale che lavora attivamente per eliminare i trattamenti brutali, le pratiche criminali e le violazioni dei diritti umani nel campo della salute mentale. Ha contribuito a far promulgare più di 150 leggi che proteggono le persone da pratiche abusanti e coercitive nel campo della salute mentale.